CIRCOLO DIDATTICO DE AMICIS SAN SEVERO Infanzia Primaria
Formazione

La formazione costituisce uno strumento fondamentale per lo sviluppo professionale dei docenti e del personale non docente, per il necessario sostegno agli obiettivi di miglioramento e per un’efficace politica delle risorse umane. La legge 107/2015 definisce la formazione degli insegnanti “obbligatoria, permanente, strutturale e come parte integrante della funzione docente”. Ai singoli insegnanti spetta quindi, nel proprio codice di comportamento professionale, la cura della propria formazione come scelta personale prima che come obbligo.  Secondo il recente Piano di Formazione del Miur, ogni docente avrà un portfolio digitale sulla piattaforma S.O.F.I.A. che raccoglierà esperienze professionali, qualifiche, attività di ricerca e pubblicazioni, storia formativa. Il portfolio personale del docente conterrà automaticamente il Curriculum Vitae di ogni docente (integrabile in ogni momento). 

Le proposte di formazione ed aggiornamento che saranno attuate nel triennio terranno conto degli obblighi di legge; di quanto emerso dal rapporto di autovalutazione (RAV) e previsto dal piano di miglioramento (PDM); dei bisogni formativi espressi dai docenti, di quanto deliberato nel collegio; dell’Atto d’Indirizzo del Dirigente Scolastico; dei bisogni formativi degli alunni e delle risorse disponibili.  

I nuovi scenari educativi impongono alla scuola di ripensare al proprio modo di procedere, gli apprendimenti acquisiti nelle diverse discipline vanno messi in relazione tra loro per un più globale processo di crescita individuale.

Questo richiede una professionalità docente che si rinnova continuamente. La formazione, pertanto, sarà finalizzata alla costruzione di una nuova progettazione curricolare che consenta una pianificazione dell’offerta didattica e degli ambienti d’apprendimento innovativa. Nelle sperimentazioni verrà privilegiata una didattica laboratoriale per acquisire conoscenze ed abilità attraverso l’esperienza, per permettere agli allievi di imparare a collaborare e interagire tra loro in modo da sviluppare atteggiamenti partecipativi, collaborativi, creativi ed empatici come richiesto dalle linee guida del Piano Nazionale. 



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.